Il nuovo studio di Morgan Sidari sugli appuntamenti veloci | Tillybom

Il nuovo studio di Morgan Sidari sugli appuntamenti veloci

Una nuova ricerca basata su valutazioni personali di potenziali partner ha confermato alcune teorie evolutive sull'attrazione umana reciproca. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Social Psychological and Personality Science.

"Come studente di attrattiva, sono rimasto scioccato nell'apprendere che quasi tutto ciò che sapevamo sull'attrattiva del corpo era basato su ricerche che utilizzavano immagini su schermi o, peggio, disegni a tratteggio che assomigliano a malapena a persone reali", ha detto l'autore dello studio Morgan J. Sidari dell'Università del Queensland.

morgan-sidari-s-new-research-on-quick-dating-1

“Penso che chiunque abbia incontrato appuntamenti online sarebbe d'accordo sul fatto che l'attrazione basata sulla fotografia può essere molto diversa dall'attrazione di persona. Se vuoi un'illustrazione del problema descritto sopra, scatta una foto di una persona che non conosci con uno sfondo semplice e prova a indovinare la sua altezza: è quasi impossibile. "

"Sappiamo che l'altezza è importante per l'attrattiva, quindi non siamo in grado di valutarla correttamente nello studio dell'attrattiva del corpo - che è un problema significativo. Questo mi ha reso molto scettico su quest'area di ricerca e mi ha fatto proseguire da solo”.

In uno studio su 539 psicologi matricole, hanno misurato le misure del loro corpo prima di intraprendere un appuntamento veloce round-robin. Ai partecipanti sono stati dati 3 minuti per comunicare con un partner del sesso opposto. I partecipanti hanno quindi valutato il corpo, il viso, la personalità e l'attrattiva generale dell'altro. I partecipanti hanno anche notato se erano disposti a uscire con un'altra persona.

Gli appuntamenti veloci hanno portato a 2.161 interazioni faccia a faccia, che i ricercatori hanno poi analizzato statisticamente.

In linea con studi precedenti, gli uomini con spalle più larghe sono stati valutati come aventi corpi più attraenti, mentre le donne con una vita più piccola e un rapporto vita-fianchi inferiore sono stati valutati come aventi corpi più attraenti. Gli uomini più alti erano generalmente considerati più attraenti fisicamente. Sorprendentemente, questo valeva anche per le donne.

Sidari e i suoi colleghi hanno anche scoperto che le donne considerano la personalità più importante per l'attrattiva complessiva rispetto agli uomini. Tuttavia, i ricercatori hanno osservato un'ampia variazione in ciò che era considerato attraente.

"La cosa principale da notare nel nostro studio è che i modelli che abbiamo trovato erano sottili, il che suggerisce che queste caratteristiche del corpo (ad esempio, vita, fianchi) non determinano l'attrattiva al 100%. Tuttavia, è importante notare che queste caratteristiche dovrebbero hanno solo un piccolissimo vantaggio nell'influenzare l'evoluzione nel tempo. Pertanto, i modelli che vediamo nella nostra ricerca potrebbero fornirci indizi su come le forme del corpo maschile e femminile potrebbero essersi evolute ", ha affermato Sidari PsyPost.

“Anche se troviamo correlazioni significative tra queste dimensioni del corpo e l'attrattiva, c'è ancora un'enorme quantità di variazioni. Quando ho guardato i corpi femminili più apprezzati nel nostro campione, hanno variato selvaggiamente nei rapporti vita-fianchi, anche se ci è sempre stato detto che 0,7 è "perfetto". In effetti, penso che solo uno dei primi 10 avesse un rapporto di 0,7 e molti di loro avevano una forma a clessidra molto più piccola. ” Questo studio, come tutti gli studi, include alcune limitazioni.

"Con la ricerca sugli appuntamenti, non possiamo davvero affrontare quanto questi tratti influenzino nel tempo. Possiamo dire che sappiamo che queste misurazioni influenzano le prime impressioni delle persone, ma non che abbiano alcun effetto duraturo. impatto sulla nostra probabilità di incontrare questi persone ", ha spiegato Sidari.

"Questo è il tipo di problema che deve essere risolto, ma è estremamente difficile (e costoso) condurre questa ricerca per un lungo periodo di tempo, quindi ci vorrà più di un anno!" Lo studio sulla "preferenza per le caratteristiche del corpo sessualmente dimorfiche riscontrate in un ampio campione di speed dating" è stato condotto da Morgan J. Sidari, Anthony J. Lee, Sean K. Murphy, James M. Sherlock, Barnaby J. W. Dixon e Brendan P. Zitch.